Rosmarino

Di : | 0 Commenti | On : settembre 19, 2013 | Categorie : Curiosità Culinarie, Erbe Aromatiche

Rosmarino

Il Rosmarino (nome originale Rosmarinus Officinalis) è un arbusto sempreverde diffuso nella’area mediterranea. Già il suo nome evoca queste origini “Ros marinus” (rugiada del mare). Conosciuto sin dall’antichità, è associato al rosmarino, il concetto di fedeltà. Da questo significato deriva l’usanza delle giovani spose impreziosite da corone di rosmarino.

Ricco di proprietà antisettiche, veniva usato nell’antichità per conservare meglio la carne; si spargevano le foglie del rosmarino direttamente sulle fettine di carne. In medicina si riconoscono a questa pianta sempreverde qualità digestive, antispasmodiche e carminative. Usato anche per curare dolori articolari e bronchiti.


Curiosità sul Rosmarino

Il rosmarino allontana gli insetti fastidiosi, quindi a maggior ragione va utilizzato quando si arrostisce la carne al barbecue. In cucina il rosmarino è molto utilizzato e apprezzato, ottimo da utilizzare per arricchire e aromatizzare carni e verdure cotte al forno. Ottimo anche per impreziosire il sapore delle patate fritte. Va in questo caso inserito nell’olio caldo e poi ben asciugato.

L’uso del Rosmarino in Cucina

Il fiore può essere utilizzato per aromatizzare le insalate; le foglie, invece, sia fresche che essiccate, vengono aggiunte a molte pietanze come intingoli e nelle torte rustiche a base di patate. Si usa anche nei patè di fegato, con il manzo, l’agnello, il coniglio, l’oca e l’anatra; ottimo persino su pane e focacce!

I rametti di rosmarino, inoltre, vengono utilizzati per aromatizzare aceto e olio; il suo uso rende i cibi non solo più gustosi, ma anche più digeribili! Sarebbe preferibile avere sempre a portata di mano del rosmarino e inserirlo nelle pietanze che lo prevedono fresco, magari  avendolo in un vasetto sul balcone o nell’orto.

Pubblicare un Commento