Come raccogliere i funghi

Di : | 0 Commenti | On : settembre 12, 2013 | Categorie : Guide di Cucina

Come raccogliere i funghi

Se ti stai appassionando ai funghi e vorresti iniziare a perlustrare boschi e valli per andare alla loro ricerca, in questo articolo troverai alcuni utili suggerimenti su come raccogliere i funghi. Alcune precauzioni da seguire durante la raccolta, in modo da non danneggiare il sottobosco e l’ambiente di crescita di questi prelibati frutti, e consigli su come riconoscere i funghi che potrebbero essere velenosi.


  • Innanzitutto i funghi si cercano con lo sguardo;
  • Una volta trovati devono essere raccolti senza smuovere eccessivamente la terra, o peggio rastrellare l’habitat;
  • Non raccogliere funghi troppo vecchi, fradici o larvati, perché sono tossici da consumare;
  • Non raccogliere funghi nati in aiuole cittadine o vicino a strade trafficate: i funghi hanno proprietà di assorbimento quindi in questo caso avranno accumulato particelle di metalli pesanti, rilasciati dagli scarichi dei mezzi;
  • Non raccogliere funghi che crescono vicino a oggetti arrugginiti: sono tutti velenosi;
  • La maggior parte dei funghi che crescono sul legno non sono commestibili e sono tossici;
  • I funghi mangiati dalle lumache sono buoni;
  • Una volta individuato un fungo da raccogliere, bisogna fare leva alla base del gambo ruotandolo leggermente in modo da estrarre il fungo per intero senza tagliarlo;
  • Pulire sul posto i funghi raccolti, così da portare a casa funghi più puliti e facili da lavare;
  • Riporre i funghi in un contenitore rigido e arieggiato, come ad esempio un cesto di vimini: in questo modo anche i funghi più fragili si manterranno integri;
  • Ricordare che l’aglio in presenza di funghi velenosi si annerisce.

Tabella Funghi Commestibili

Tabella Funghi Commestibili

Pubblicare un Commento