Come Pulire il Polpo

Di : | 0 Commenti | On : settembre 10, 2013 | Categorie : Come Pulire, Guide di Cucina

come pulire il polpo

Il polpo è uno dei prodotti di mare più richiesti in tavola. Di seguito scopriremo come pulire il polpo in maniera semplice e rapida.

Dotatevi di un grembiule e di un paio di guanti da cucina. Cospargete il vostro polpo di sale grosso, poi sciacquate per qualche minuto sotto un getto di acqua corrente fredda, per rimuovere la patina viscida che lo ricopre. Tentacolo dopo tentacolo, eliminiamo anche tutti i residui eventualmente rimasti.

Appoggiamolo in un tagliere e tamponiamolo con della carta da cucina. Incidiamo adesso con un coltello la sacca superiore contenente gli occhi, ed eliminiamoli; togliamo il becco che si trova al centro dei tentacoli, e pratichiamo un taglio verticale lungo la testa del polpo, quindi giriamola al contrario come fosse un calzino per pulire il suo interno, rimuovendo con delicatezza anche la sacca che vi troveremo contenente l’inchiostro, che sarà riconoscibile perché somigliante ad un uovo violaceo.


Se avrete comprato un polpo congelato l’interno della sacca sarà sprovvisto di interiora facilitandovi così il compito. Nel caso voleste rimuovere pure la pelle, questa operazione dovrà essere effettuata solo dopo la cottura dello stesso, passandolo velocemente sotto un getto di acqua fredda.

Battiamo infine il polpo con un batticarne per almeno 10 minuti, questo procedimento farà si che le fibre di cui è composto si rompano rendendo così la carne più tenera.

Un piccolo trucco per riconoscere un polpo fresco, consiste nel fare attenzione alla colorazione della pelle che deve essere intensa e brillante, diffidiamo da quegli esemplari che hanno un colore biancastro, perché saranno sicuramente vecchi.

In merito alla cottura per insalata, bisogna distinguere 2 specifiche cotture: si consiglia per polpi di grosse dimensioni la cottura tramite l’immersione in acqua tiepida o fredda; al contrario nel caso di polpo di piccole dimensioni, dovrà essere immerso in acqua bollente, questo contatto con temperature così elevate farà in modo che i tentacoli si arriccino, permettendovi di servirlo con una estetica più gradevole.

Pubblicare un Commento