Come fare il lievito madre

Di : | 0 Commenti | On : agosto 24, 2013 | Categorie : Cucina, Guide di Cucina, Ricette

Come fare il lievito madre

La preparazione della pasta madre ( o lievito naturale) richiede, soprattutto all’inizio, molta pazienza e tenacia.

Ma a differenza del lievito di birra, facilmente acquistabile in qualsiasi supermercato, il lievito madre, non acquistabile da nessuna parte ma (lo si può solo auto produrre), donerà al vostro pane un sapore autentico, di altri tempi, leggero e molto più buono.

Il lievito di birra è stato inventato per facilitare e velocizzare la produzione del pane. Infatti il lievito di birra non è “meteoropatico” come il lievito madre: si pensa addirittura che non solo la temperatura e l’umidità possano influenzare la buona riuscita del pane fatto con lievito naturale, ma anche la luna. Ecco perché l’uomo ha cercato nel tempo di standardizzare la panificazione e con il lievito di birra questo risulta più facile.



Ma cosa succede all’interno dell’impasto affinché esso duplichi il suo volume? Un impasto lievita se al suo interno si crea dell’anidride carbonica, cioè del gas naturale. Ma cosa scatena questo meccanismo? Quando zuccheri semplici, batteri e lieviti nell’aria, farina e acqua entrano in contatto si scatena questo meccanismo naturale.

Nel caso del lievito di birra si ha una fermentazione alcolica, cioè la fermentazione avviene tramite gli zuccheri e si forma alcol etilico all’interno dell’impasto; mentre nel caso del lievito madre la fermentazione avviene sempre tramite gli zuccheri ma si forma acido lattico, molto più naturale e digeribile.

Adesso che abbiamo visto quanti vantaggi ci sono per incentivare l’autoproduzione del lievito madre, non ci resta che provare a farlo. Ma come?

Basterà avere della farina biologica, acqua e del miele ( o una mela matura, o uvetta, oppure yogurt naturale). La preparazione del lievito naturale che vi presentiamo qui è fatta utilizzando come agente lievitante il miele.

1 passo:

  • 200g farina 0
  • 100g acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di miele biologico

Impastare a mano tutti gli ingredienti, amalgamare bene fino ad ottenere una pallina morbida e liscia. Riporre l’impasto ottenuto in una ciotola, coperto da un panno umido a temperatura ambiente per 48 ore.

2 passo:

  • 200g del l’impasto precedente
  • 200g farina 0
  • 100g acqua tiepida

Stemperate l’impasto precedente con l’acqua e solo dopo aggiungere l’altra farina. Amalgamare per bene e riporre nel recipiente e far riposare per altre 48 ore.

3 passo:

Ripeti il “rinfresco” almeno 2 volte a settimana per un paio di settimane. Poi si può effettuare il rinfresco una volta a settimana. Finché quindi l’impasto ottenuto non raddoppia il suo volume in meno di 4 ore. Solo allora potrete utilizzare il vostro lievito madre per tutti i tipi di panificazione sia dolci che salate.

Pubblicare un Commento