Autunno in tavola

Di : | 0 Commenti | On : novembre 14, 2013 | Categorie : Cucina, Curiosità Culinarie

Autunno in tavola

Si passa dal rosso intenso dei melograni, al viola dell’uva raccolta per fare il vino, all’arancio delle zucche e dei cachi, ai colori variopinti di pere e mele e poi ancora dalle sfumature di marrone delle castagne, delle noci, delle mandorle, delle nocciole, dei funghi, al giallo del mais, al verde dei kiwi per finire al bianco dei porri e dei finocchi. Ma cos’è? E’ l’autunno.

In autunno mangiare verdura e frutta di stagione è la chiave giusta per sconfiggere la tristezza che porta la fine della bella stagione. La tavola si impreziosisce di nuovi sapori e colori.

In autunno, come anche nelle altre stagioni, è importante seguire una dieta più equilibrata possibile, in grado di fornire al nostro organismo il giusto apporto di vitamine, sali minerali e proteine per poter affrontare al meglio la stagione invernale.


Vediamo adesso insieme ciò che questa fantastica stagione ci offre.

L’autunno offre molte verdure che hanno grandi proprietà antiossidanti: verdure a foglia verde, che racchiudono sostanze che combattono i radicali liberi, ma anche finocchio, carote, bietole da coste,  cicoria (che ha proprietà depurativa), cicoria belga, catalogna, sedano, carciofo (ricco di magnesio, fosforo e potassio), patate dolci e rape, tartufi e topinambur, cavolfiore, porro, cavolini di Bruxelles, broccoli (dispensatori di carboidrati, sodio e potassio), cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo rosso (buono con aceto balsamico e mele renette) e cardi (deliziosi in tegame con poco pomodoro e un uovo sbattuto sopra).

Per quanto riguarda i frutti invece l’autunno ci offre: il melograno (offre protezione contro i disturbi cardiovascolari), le clementine, le mele e le pere, i dolcissimi cachi e poi castagne noci e nocciole, importanti contro i radicali liberi, per aumentare il colesterolo buono ed anche per i nostri dolci.

Inoltre possiamo trovare arance, mandarini e kiwi.

Ma l’autunno è famoso anche per i  legumi, come ceci, fagioli e lenticchie, che hanno un alto contenuto di proteine, ma sono anche un’importante fonte di acido folico (importante in gravidanza, ma non solo), vitamina B1, vitamina H, ferro, zinco e magnesio.

Le lenticchie in particolar modo sono ricche di ferro e quindi molto utili a chi soffre di anemia ed inoltre fortificano le difese immunitarie contro i primi freddi.

Un posto di rilievo nella cucina d’autunno lo hanno pure i frutti provenienti dai nostri boschi, come le castagne ed i funghi.

Ma la regina indiscussa della tavola in autunno è l’uva. Essa oltre a garantire grandi quantità di fruttosio e di glucosio, funge anche da purificante e rigenerante grazie alle vitamine e i sali minerali in essa contenuti, come calcio e potassio.

Pubblicare un Commento